Regolamento della Compagnia

Regolamento della Compagnia

04/065 - A.S.D. ARCIERI TRE TORRI
CARDANO AL CAMPO


REGOLAMENTO DI COMPAGNIA


Art.1- ANNO SOCIALE: L’anno sociale va dall’1/01 al 31/12 di ogni anno.

Art.2- ASPIRANTI SOCI
a) Gli aspiranti socio devono presentare la relativa domanda indirizzata alla segreteria. (Presidente – Segretario – Tesoriere).
b) Nel caso questi sia minorenne, la domanda di ammissione deve essere corredata dall’autorizzazione di chi esercita la patria podestà.
c) A norma di statuto, sull’accettazione della domanda si pronuncia insindacabilmente il Consiglio Direttivo entro tre mesi dalla data di presentazione della domanda; alla scadenza accettazione automatica.
d) Alla notifica dell’accettazione a socio ordinario, minorenne o sostenitore l’aspirante socio dovrà versare:
- La quota sociale.
- La quota di tesseramento alla FITARCO con validità dal 01 gennaio al 31 dicembre di ogni anno.

A – NORME GENERALI

a1 - Tutti i Soci sono tenuti a cooperare per la corretta preparazione e riordino del campo di tiro sia all’aperto che al chiuso prima e dopo gli allenamenti e le gare.
a2 - Tutti i Soci possono utilizzare le attrezzature e i materiali di proprietà della Compagnia previa autorizzazione del Consiglio Direttivo. La consegna dell’attrezzatura avverrà da parte del Responsabile dei materiali.
a3 - Tutti i Soci sono responsabili del corretto utilizzo e conservazione del materiale di proprietà della Compagnia a loro affidato e ne rispondono in solido per gli eventuali danni arrecati.
a4 - I Soci non possono utilizzare le attrezzature loro affidate dalla Compagnia, al di fuori delle aree riservate all’attività sportiva del tiro con l’arco (Campo di tiro, Palestra e per eventuali corsi o manifestazioni autorizzate dalla Società).
a5 – Tutti i presenti sul campo di tiro o in palestra, devono attenersi a comportamenti che non disturbino la concentrazione e il corretto svolgimento dei tiri con schiamazzi, apparecchiature elettroniche, TELEFONINI, ecc. ecc.

a6 - Ai soli soci ordinari maggiorenni, vengono affidati adeguati strumenti (chiavi, codice accesso o altro) per l'accesso al campo esterno di tiro; gli stessi si impegnano, al decadere della qualifica di Socio, a restituire le chiavi e a non diffonderne la conoscenza per qualsivoglia ragione. Tutti i Soci sono invitati a provvedere alla corretta apertura, chiusura, risistemazione, pulizia e riordino delle aree, nonché di tutti i materiali utilizzati.
L'ingresso alla palestra è assoggettato a regole specifiche per quanto riguarda gli orari e apertura e chiusura sono di esclusiva pertinenza degli incaricati dal consiglio.
a7 - L’utilizzo delle aree di tiro e delle chiavi affidate è strettamente personale e riservato ai Soci tiratori nei giorni e negli orari determinati dal Consiglio Direttivo.
a8 - Il Consiglio Direttivo, in ogni momento, si riserva il diritto di ritirare le chiavi consegnate.
a9 - L’attività di tiro con l’arco dei Soci minorenni deve comunque svolgersi alla presenza di un tutore, previa dichiarazione di responsabilità firmata, o di un Socio maggiorenne consenziente.
a10 - Gli aspiranti Soci Ordinari e Giovanili, che non risultino essere già stati iscritti alla FITARCO o altra Federazione arcieristica nazionale o internazionale riconosciuta, sono tenuti a sostenere e superare con profitto almeno un corso base organizzato dalla A.S.D. Arcieri Tre Torri – Cardano al Campo e tenuto da istruttori federali, al termine del quale verrà rilasciato l’Attestato di frequenza.
a11 - Gli aspiranti Soci Ordinari e Giovanili sono tenuti alla presentazione e all’aggiornamento periodico del certificato medico di idoneità sportiva.
a12 - Il Consiglio Direttivo ha la facoltà di affidare specifici incarichi a Soci Ordinari al fine di migliorare la gestione della Compagnia.
a13 - Il Consiglio Direttivo deve scegliere, tra gli Istruttori, un responsabile con il compito di coordinare, in base alle indicazioni del Consiglio Direttivo, l’attività didattica e quella agonistica.
a14 - Eventuali atleti di altre società potranno utilizzare, anche a titolo oneroso, le strutture della Società solo dopo l'accettazione da parte del Consiglio Direttivo, secondo i tempi e le modalità di cui al precedente art.2 punto c, di una specifica richiesta scritta, da inoltrare a cura dell'atleta richiedente alla segreteria (Presidente – Segretario – Tesoriere)
a15 - Istruttori regolarmente iscritti all'albo dei Tecnici di altre società potranno partecipare attivamente agli allenamenti di atleti della Società solo dopo l'accettazione da parte del Consiglio Direttivo, secondo i tempi e le modalità di cui al precedente art.2 punto c, di una specifica richiesta scritta, da inoltrare a cura dell'atleta richiedente alla segreteria (Presidente – Segretario – Tesoriere)
a16 - Le aree di tiro non potranno essere utilizzate per pubblicizzare (tramite foto/video su Internet) materiali arcieristici o di qualsiasi altra natura, salvo apposita concezione approvato dal Consiglio Direttivo.

B – SICUREZZA

b1 - La Compagnia provvede ad Assicurarsi sul campo per i danni materiali a persone cose ed animali, ferma restando la responsabilità penale di ogni singolo arciere in caso di incidente.

b2 – Tutti i Soci devono attenersi alle norme di sicurezza nell’utilizzo di tutte le attrezzature, ed è fatto obbligo rispettare il regolamento di tiro F.I.T.ARCO.
b3 - Gli accompagnatori ed i familiari, in numero limitato, possono accompagnare sul campo l’aspirante socio, purché rimangano nella zona a loro adibita e non disturbino gli arcieri.
b4 - E’ fatto assoluto divieto incoccare frecce prima di trovarsi sulla linea di tiro e prima del segnale opportuno (due colpi di fischietto o altro segnale prestabilito).
b5 - E’ fatto assoluto divieto tendere l’arco anche senza freccia prima di trovarsi sulla linea di tiro e prima del segnale opportuno prestabilito (un colpo di fischietto).
b6 - E’ fatto obbligo posizionarsi in direzione del bersaglio seguendo una corretta traiettoria con i piedi a cavallo della linea di tiro prima di procedere ai tiri.
b7 - E’ fatto obbligo prima di procedere ai tiri di accertarsi che nessuno si trovi tra la linea di tiro e tutti i bersagli.
b8 - In caso di più arcieri in fase di tiro su di un bersaglio, si procederà ad effettuare i tiri istituendo più turni.
b9 - E’ fatto obbligo di interrompere immediatamente i tiri in caso di emergenza.
b10 - E’ fatto assoluto divieto di oltrepassare per qualsiasi motivo la linea di tiro prima che l’ultimo tiratore abbia terminato la serie di frecce o prima che venga dato il segnale opportuno.
b11 - E’ fatto obbligo di recuperare le frecce posizionandosi lateralmente al bersaglio. Accertarsi che nessuno si trovi di fronte allo stesso, e riporre le frecce nella faretra.
b12 - I Soci in fase di allenamento, in palestra oppure all’ aperto, devono rispettare i tempi di gara.
b13 - E’ fatto divieto di depositare qualsiasi tipo di materiale entro tre metri dalla linea di tiro.
b14 - E’ fatto assoluto divieto di recuperare le frecce cadute in fase di trazione oltre la linea di tiro.
b15 - E’ obbligatorio l’utilizzo della faretra per le frecce.
b16 - Per poter accedere alle aree di tiro è obbligatorio presentare almeno un certificato medico di buona salute in corso di validità

C – MATERIALI

c1 - I nuovi Soci Ordinari e Giovanili possono utilizzare a titolo gratuito per i primi tre mesi dalla data di domanda di affiliazione alla Compagnia e pagamento della relativa quota, gli archi e gli accessori di tiro di proprietà della stessa previa autorizzazione da parte del responsabile.

D – ATTIVITA’ AGONISTICA

d1 - Tutti i Soci Ordinari e Giovanili possono partecipare all’attività agonistica e iscriversi alle gare FITARCO al fine di ottenere i punteggi necessari per lo status di Compagnia arcieristica FITARCO.

d2 - La valutazione degli atleti che comporranno le squadre verrà effettuata in base ai migliori risultati da loro ottenuti nelle gare dell’anno precedente o in base ai migliori risultati avuti nelle gare di allenamento istituite dalla Compagnia.
d3 - Il Consiglio Direttivo, sentita la disponibilità degli atleti, si riserva la facoltà, esaminati i risultati da loro ottenuti, di modificare la composizione delle squadre ufficiali.
d4 - Gli atleti che intendono partecipare alle attività agonistiche, hanno l’obbligo di presentare il certificato medico sportivo, in corso di validità, rilasciato dagli appositi centri autorizzati.

E – CORSI

e1 - La Compagnia organizza periodicamente i corsi base di tiro con l’arco per coloro che iniziano l’attività sportiva tenuti da istruttori federali.
e2 - Gli allievi partecipanti ai corsi dovranno compilare apposita domanda, essere in possesso del certificato medico per attività sportiva e aver pagato la relativa quota di partecipazione. Il Consiglio Direttivo, sentite le singole disponibilità degli istruttori, indicherà di volta in volta, i nomi degli istruttori che terranno i corsi.
I corsi potranno iniziare solo dopo che il Consiglio Direttivo avrà designato l’Istruttore a cui viene affidato il corso.
e3 - Il Consiglio Direttivo stabilisce le quote di iscrizione ai corsi per gli allievi e gli eventuali rimborsi spese agli istruttori.
e4 - La durata dei corsi base è di 8 ore, suddivise in almeno 8 lezioni e deve concludersi in un periodo massimo di tre mesi dalla data di inizio.
e5 - L’istruttore a cui è stato affidato il corso è responsabile dei materiali utilizzati per le lezioni e del loro riordino.
e6 - Non è consentito affidare i materiali della Compagnia agli allievi se non durante le ore di istruzione del corso.
e7 - Gli allievi non Soci, non possono praticare l’attività di tiro con l’arco se non col benestare e la presenza di un istruttore Socio Ordinario della Compagnia.
e8 - L’istruttore a cui è stato affidato il corso deve compilare una scheda riportante i materiali utilizzati e attribuiti ad ogni singolo allievo.
e9 - La preparazione degli allievi, al termine del corso, verrà valutata attraverso una prova pratica e un test orale tenuto da un altro istruttore designato dal Consiglio Direttivo.
e10 - Dopo il superamento della prova di valutazione, l’istruttore a cui è stato affidato il corso, rilascerà agli allievi l’Attestato di partecipazione.

F – QUOTE SOCIALI

f1 – Quota Socio Giovanile (Agonista e amatoriale)
f2 – Quota Socio Ordinario (Agonista e amatoriale)
f3 – Quota di Primo ingresso (Agonista e amatoriale)
f4 – Quota Socio Sostenitore (non Agonista)

G - ABBIGLIAMENTO

g1 - Tutti i Soci per poter praticare il tiro con l’arco, devono indossare indumenti consoni all’attività sportiva, e in particolare per i tiri in palestra è fatto obbligo l’uso di scarpe con suola in gomma.
g2 - La divisa ufficiale della Compagnia è costituita da maglietta tipo “polo” o similare colore blu royal con lo stemma della Società e ricamo “Cardano al Campo” apposto sulla parte pettorale destra, pantaloni blu royal della Società con la scritta bianca sulla gamba sinistra riportante ARCIERI TRE TORRI, scarpe da ginnastica o relativa tuta in dotazione alla A.S.D. Arcieri Tre Torri – Cardano al Campo. Tale abbigliamento è obbligatorio in gara e nelle manifestazioni pubbliche ove la Compagnia sia rappresentata ufficialmente. E’ fatto divieto l’uso di tale divisa al di fuori dell’attività sportiva di dette manifestazioni arcieristiche.

F) QUOTE SOCIALI

Le riaffiliazioni alla FITARCO devono essere effettuate entro il 31 Ottobre di ogni anno.
Le quote sociali stabilite dall’Assemblea dovranno essere versate dal socio entro il primo mese dell’anno sociale. Eventuali dilazioni che potranno essere concesse dal tesoriere su richiesta dell’interessato, non potranno comunque superare il secondo mese dall’inizio dell’anno sociale.

H) ASSEMBLEA DEI SOCI

L’Assemblea dei soci provvederà, ad ogni convocazione, alla nomina di un Segretario d’Assemblea che avrà il compito di redigere il verbale della riunione.
In caso di scrutinio segreto il Presidente provvederà alla nomina di due scrutatori.

I) ELEZIONI ALLA CARICHE SOCIALI

Chi intenda porre la propria candidatura per l’elezione di Presidente, Consigliere o Revisore dei Conti, dovrà darne comunicazione scritta al Segretario almeno un mese prima del termine dell’anno sociale. Il Segretario deve allegare all’avviso dell’Assemblea Ordinaria la lista dei candidati alle varie cariche. Nel caso le candidature presentate non coprano tutte le cariche previste dallo statuto, potranno essere accettate candidature nel corso dell’Assemblea.
E’ diritto dei Soci in Assemblea di richiedere ai candidati alla Presidenza di esporre il programma di massima che intendono svolgere in caso di elezione.
L’Assemblea elegge segretamente il Presidente, i Consiglieri e i Revisori dei Conti. Le cariche saranno assegnate nell’ambito del Consiglio Direttivo stesso alla prima riunione.

L) ELEZIONE DEL PRESIDENTE

Viene eletto Presidente in prima votazione il candidato che ottenga i 2/3 dei voti dei soci presenti.
In seconda votazione, il candidato che abbia ottenuto la maggioranza assoluta dei voti dei soci presenti.

In caso di mancata elezione nelle prime due votazioni, il Presidente verrà eletto a maggioranza semplice per ballottaggio fra i due candidati cha abbiano ottenuto il maggior numero di voti alla seconda votazione.

M) ELEZIONE DEI CONSIGLIERI

I soci possono votare tanti nominativi quanti sono i posti di Consiglieri vacanti.
Vengono eletti in prima votazione i candidati che abbiano ottenuto la maggioranza assoluta dei voti dei soci presenti.
Il consigliere che non partecipi alle riunioni di Consiglio per tre volte consecutive, non giustificate, verrà sostituito d’ufficio con il primo dei Consiglieri non eletti.

N) ELEZIONE DEI REVISORI DEI CONTI

Per l’elezione dei Revisori dei conti valgono le stesse norme stabilite per l’elezione dei Consiglieri.

O) DIRETTORE SPORTIVO

Il Consiglio Direttivo deve nominare un Direttore Sportivo che abbia la responsabilità dell’organizzazione e del coordinamento delle attività sportive. Il Direttore Sportivo risponde del suo operato al Consiglio Direttivo.

P) RIMBORSI

Il Consiglio Direttivo può disporre un rimborso spese forfetario ai Soci che prestino la loro opera per il funzionamento della Società.

Q) MODIFICHE DEL REGOLAMENTO

Il presente regolamento organico può essere modificato dall’Assemblea straordinaria dei Soci, convocata espressamente a questo scopo. Le modifiche proposte entreranno in vigore solo se approvate dalla maggioranza dei soci presenti all’Assemblea ed aventi diritto al voto.
Il Presidente.
Approvato all’unanimità dall’Assemblea straordinaria dei Soci, riunitasi il giorno 28 Giugno 2013

Il Presidente.